La supplementazione di NMN può trattare la malattia di Alzheimer?
Cart
Checkout Secure

Coupon Code: FT68LD435 Copy Code

La supplementazione di NMN può trattare la malattia di Alzheimer?

By Nutriop Longevity febbraio 24, 2023

Il declino cognitivo è una parte sfortunata del processo di invecchiamento.

Man mano che invecchiamo, aumenta il rischio di contrarre la malattia di Alzheimer (AD). Il disturbo neurodegenerativo ha un impatto sulle funzioni cognitive e di memoria del cervello – e le attuali opzioni di trattamento sono limitate. Si stima che oggi l’AD colpisca 44 milioni di persone in tutto il mondo.

Anche se non esiste una cura conosciuta per l’AD, l’integrazione potrebbe essere in grado di rallentare o prevenire la progressione della malattia. Gli studi condotti sugli effetti dell’integrazione di nicotinamide mononucleotide (NMN) nei topi e nei ratti, ad esempio, rivelano un potenziale terapeutico significativo.

In questo post esamineremo il potenziale dell’NMN come trattamento per il declino cognitivo e le malattie legate all’età come l’AD. Discuteremo cos'è l'NMN, esamineremo come funziona ed esploreremo i limiti della ricerca attuale su come potrebbe migliorare i sintomi dell'AD.

 

Background sulla malattia di Alzheimer 

  

L’AD è una malattia cerebrale progressiva che provoca danni neuronali e compromissione della funzione cognitiva. La malattia è la causa più comune di demenza e colpisce la memoria, l’umore e il comportamento dei pazienti.

La malattia di Alzheimer generalmente inizia lentamente e peggiora nel tempo. A poco a poco, potrebbe sconvolgere la vita quotidiana di una persona. I primi sintomi dell’AD includono:

 

- Dimenticanza

- Disorientamento

Difficoltà nell'esecuzione dei compiti

 

Man mano che i sintomi progrediscono, i pazienti con AD possono anche sperimentare:

 

Cambiamenti dell'umore e del comportamento

Problemi di lingua

Giudizio compromesso

 

Anche se non esiste una cura per l’AD, alcuni farmaci, integratori e altri trattamenti possono aiutare i pazienti a gestire i sintomi. La ricerca è in corso e gli studi indicano che l’integrazione di NMN può svolgere un ruolo nel prevenire il danno neuronale e nel rallentare la progressione dell’AD.

 

Cos'è l'NMN?

Un promemoria che man mano che una persona invecchia, diventa più suscettibile al danno neuronale e al declino cognitivo.

NMN potrebbe essere in grado di aiutare a contrastare questo problema. Gli studi dimostrano che la molecola presente in natura ha effetti neuroprotettivi.

Prodotto dall'organismo, l'NMN è un precursore della nicotinammide adenina dinucleotide (NAD+): un coenzima che svolge un ruolo importante nella riparazione del DNA, nel metabolismo energetico e nella segnalazione cellulare.

Il NAD+ si trova in tutte le cellule del corpo. Senza di esso, le cellule non sarebbero in grado di sopravvivere.

 

Questo non è un problema tra i giovani. All’inizio della vita abbiamo tutto il NAD+ di cui abbiamo bisogno. Tuttavia, nel tempo, il livello di NAD+ nel corpo diminuisce in modo significativo. Ciò porta a danni cellulari, carenze energetiche e altre condizioni di salute. Gli esperti hanno scoperto che la mancanza di NAD+ non solo contribuisce al declino legato all’età, ma anche all’insorgenza di condizioni di salute come l’AD.

È qui che può entrare in gioco l’integrazione. Integrando con NMN, i ricercatori ritengono che il corpo possa aumentare la produzione di NAD+ e, in definitiva, rallentare il processo di invecchiamento.

 

NMN come potenziale trattamento per l'AD

È stato scoperto che l'integrazione di NMN previene il declino cognitivo nei topi e nei ratti anziani con AD. Sebbene la ricerca sia alquanto limitata, i risultati potrebbero applicarsi anche agli esseri umani.

Gli studi sugli animali esistenti mostrano grandi promesse. Ad esempio, un recente studio pubblicato su Innovations in Aging ha esplorato gli effetti dell'integrazione di NMN sulla funzione cognitiva nei topi anziani (1). Lo studio si è concentrato su topi di 24 mesi (l'equivalente di esseri umani di 70 anni) affetti da AD. I topi sono stati trattati con NMN per due settimane.

I ricercatori hanno scoperto che la regolazione del flusso sanguigno cerebrale (CBF) tramite accoppiamento neurovascolare (NVC) – un meccanismo fondamentale che fornisce al cervello substrati energetici dal sangue – potrebbe aiutare a mantenere una sana funzione cerebrale nei topi.

Una CNV compromessa, al contrario, porta al declino cognitivo. E ci sono prove che una diminuzione del NAD+ nel tempo può esacerbare il problema. In effetti, i ricercatori hanno visto che le risposte NVC dei topi anziani erano compromesse, ma hanno scoperto che l’integrazione di NMN potrebbe ripristinare le loro risposte NVC.

Lo studio ha infine stabilito che una diminuzione dell’apporto di NAD+ ha contribuito alla disfunzione cerebrale legata all’età nei topi, che ha amplificato il loro declino cognitivo (1). Con l’integrazione di NMN, tuttavia, i topi hanno migliorato la coordinazione e la memoria di lavoro spaziale. In altre parole, iniziarono a superare alcuni dei sintomi dell’AD.

Ciò rafforza l’NMN come potenziale trattamento per l’AD o soluzione neuroprotettiva anche per gli esseri umani.

 

Ulteriori prove che la NMN può migliorare la cognizione

Un altro studio pubblicato su Brain Research ha condotto una ricerca simile, questa volta su ratti affetti da AD (2). I ricercatori hanno scoperto che l’integrazione di NMN potrebbe ripristinare la funzione cognitiva e diminuire l’accumulo di beta amiloide (Aβ) nei ratti con problemi cognitivi.

Vale la pena notare che l’Aβ è una proteina che si accumula nel cervello. La tossicità dell’Aβ è collegata all’AD e lo studio ha scoperto che l’integrazione di NMN ha ridotto l’accumulo di Aβ. Ha inoltre contribuito a migliorare la sopravvivenza dei neuroni, ad aumentare il metabolismo energetico e a ridurre l’accumulo di specie reattive dell’ossigeno (ROS).

Il ROS è una molecola instabile che svolge un ruolo nel deterioramento cognitivo. L’aumento dei livelli di NAD+ nel cervello dei ratti ha promosso una sana cognizione attivando una proteina chiamata SIRT1 e producendo enzimi antiossidanti.

Il risultato è stato una riduzione del danno neuronale e un aumento della funzione cognitiva nei ratti (2). I risultati suggeriscono che l’integrazione di NMN può aiutare i ratti affetti da AD a prevenire danni cognitivi e a ripristinare la loro salute neuronale. Ciò dimostra che la supplementazione di NMN può fungere da opzione terapeutica equivalente per i pazienti umani affetti da AD e altre malattie neurodegenerative.

 

Conclusione

È stato scoperto che l'integrazione di NMN offre effetti neuroprotettivi nei topi e nei ratti anziani affetti da AD. Gli effetti di arricchimento cognitivo dell’integrazione di NMN sono il risultato dell’attivazione di SIRT1 e della promozione di percorsi antiossidanti. Questi benefici probabilmente si tradurranno dai modelli animali a quelli umani, aiutando le persone a prevenire i danni neuronali che invecchiano.

Negli ultimi anni, l’integrazione di NMN è stata sotto i riflettori come un modo per prevenire o rallentare il processo di invecchiamento. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche sugli esseri umani, la molecola offre grandi promesse. L’NMN può anche migliorare la vista, mitigare la perdita dell’udito e migliorare la salute fisiologica generale.

 

Riferimenti:

 

1. Tarantini, Stefano et al. “La NMN salva la funzione endoteliale e l’accoppiamento neurovascolare, migliorando la funzione cognitiva nei topi anziani”. L'innovazione nell'invecchiamento vol. 4, sup. 1 (2020): 121.doi.org/10.1093/geroni/igaa057.399.

2. Wang, Xiaonan et al. "Il mononucleotide della nicotinamide protegge dal deterioramento cognitivo indotto dagli oligomeri di β-amiloide e dalla morte neuronale". Ricerca sul cervello vol. 1643 (2016): 1-9. doi:10.1016/j.brainres.2016.04.060


Messaggio più vecchio Messaggio più recente


0 commenti


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Aggiunto al carrello!
Spendi $ x per sbloccare la spedizione gratuita Spedizione gratuita per ordini superiori a XX Ti sei qualificato per la spedizione gratuita Spendi $ x per sbloccare la spedizione gratuita Hai ottenuto la spedizione gratuita Spedizione gratuita per ordini superiori a $x in Spedizione gratuita oltre $ x a You Have Achieved Free Shipping Spedizione gratuita per ordini superiori a XX Ti sei qualificato per la spedizione gratuita